Benvenuto, visitatore! [ Registrati | Loginrss

Inserisci una scheda

 

Museo Civico di Santa Marinella

  • Città: Santa Marinella
  • Descrizione

    Il Museo Civico di Santa Marinella, istituito nel 1993 e tuttora in corso di allestimento, ha sede nel Borgo del Castello di Santa Severa, nei locali detti Il Caminetto ( Sezione Espositiva), La Polveriera ( Sezione Didattica), La Casa dei Somari ( Laboratorio di Archeologia). Il museo è dedicato ai temi dell’archeologia subacquea e marittima, alla documentazione e illustrazione del ricco patrimonio storico – archeologico del litorale di Santa Marinella. Il Museo Civico offre la possibilità di visitare le aree archeologiche del comprensorio esteso tra Cerveteri e Tarquinia in modo semplice e culturalmente valido, per singoli e per gruppi. Si organizzano visite guidate, corsi e campi scuola per istituti scolastici di ogni ordine e grado.

    La Sezione Espositiva raccoglie oltre cento reperti provenienti dai fondali di Santa Marinella – Santa Severa. Il materiale riguarda anfore da trasporto etrusche e romane di varia tipologia, strumenti di bordo di epoca romana (ad esempio anelli da vela), ancore etrusche e romane, strumenti da pesca (aghi da rete, pesi) di epoca romana, strumenti e oggetti d’uso quotidiano inerenti la vita di bordo (lucerne, stoviglie) e ceramiche di varie epoche, anche medievale, rinvenute nel canale antistante il castello. Sono presenti anche armi utilizzate per la pesca, come le “ghiande-missile”, che sono pallette di piombo utilizzate come proiettili da fionda.
    Tali oggetti d’uso quotidiano e da pesca illustrano la “vita sul mare e per il mare”, dall’antichità al medioevo.

    La Sezione Didattica è destinata a illustrare ai visitatori i principali siti di interesse storico-archeologico del territorio comunale (pannelli sul lato sinistro della sala), le vicende storiche di Pyrgi e del Castello di Santa Severa (pannelli di fondo), i temi specifici del museo inerenti l’antica vita sul mare, la ricerca archeologica subacquea e marittima (pannelli sul lato destro della sala). La sezione comprende plastici ricostruttivi in scala del santuario etrusco e della città romana di Pyrgi, modelli di navi da guerra greche e romane, anfore da trasporto, diversi tipi di ancore, parte di una fiancata di nave romana con il sistema di assemblaggio degli elementi lignei e metallici, una prima raccolta di strumenti carpenteria navale. L’affioramento dal fondale sabbioso di un relitto di epoca romana con un carico di anfore e doli viene proposto ai visitatori in scala reale all’inizio dell’esposizione

    Il Laboratorio di Archeologia è aperto tutto l’anno ed è destinato ad avvicinare i giovani al mondo antico e all’archeologia, attraverso appositi programmi sperimentali. Lo scavo archeologico simulato, la ricerca sul campo, il restauro e la documentazione dei reperti inducono i ragazzi alla conoscenza diretta del “mestiere dell’archeologo”. La ricostruzione di oggetti e contesti del passato con l’archeologia sperimentale consente di rivivere in modo attivo tecnologie, ambienti e paesaggi dell’antichità. Le formule del Laboratorio di Archeologia prevedono inoltre: “La macchina del Tempo”, “Archeologia e ambiente”, “Adottiamo un monumento”.

    Lascia una replica

    Item Location

    Informazioni sull'insersionista

    • Inserito da: admin
    • Member Since: 22 luglio 2010
    farmacia online
    ristorante roma la carbonara